Author: Gianluca Sposito

Studio la retorica, il linguaggio e la comunicazione, dedicandomi prevalentemente alla formazione, alla divulgazione e all'editoria.

Solitudine in scena?

Mai una fotografia fu più disonesta di questa nel rappresentare un’opera corale. Sì, perché i protagonisti di questo onirico e suggestivo spettacolo teatrale sono molti altri: registi, attori e attrici, tecnici, con musiche, luci e coreografie tutte da vedere, ma che non posso farvi vedere… E allora vi dovete accontentare…

Università: i pericoli dello studio senza libri

Una ricerca dell’Associazione Italiana Editori sulle “abitudini di studio all’Università”, presentata all’inizio di febbraio alla Camera dei Deputati, segnala un problema molto serio: quattro universitari su dieci non aprono libro prima dell’esame, preferendo “altri materiali” che un tempo sarebbero bastati giusto per ripassare. La tendenza si sta imponendo in tutti…

Te voglio bene assaje

Quando non c’erano né Geolier, né Sanremo, né Amadeus, c’era una canzone napoletana che segnava il passaggio dalla musica popolare alla canzone d’autore: era il 1839. Sull’origine, il dibattito ferve ancora: il testo sembrerebbe attribuibile al poeta Raffaele Sacco, mentre la musica al maestro Filippo Campanella (ma c’è anche chi…

E guardo il mondo da un oblò

Oggi mi sono sentito molto Kubrick nel riprendere il mio gatto finito dentro l’asciugatrice. Effetto “2001: Odissea nello spazio”. Anzi: nell’asciugatrice. No AI Text – Testo realizzato senza l’ausilio di Intelligenza Artificiale / AI text generator Articolo visibile anche su: LinkedIn, Facebook, Retoricamente, Visiones

Travolt(i) dalla banalità

In uno spettacolo complesso qualcosa può non riuscire, certo: si può spegnere un faro, si può rompere un microfono, può cadere qualcosa.  Ma che si debba pensare, scrivere e poi fare cose stupide, e riderne pure, può essere evitato. Perché non si tratta di un imprevisto ma di cose da…

Provare, provare, provare

Una nuova commedia teatrale che affronta cliché e pregiudizi reali.

«La mia paura è la mia essenza»

«La mia paura è la mia essenza, e probabilmente la parte migliore di me stesso», scriveva Franz Kafka nelle “Lettere a Milena”. La paura è forse una delle pulsioni dominanti delle nostre esistenze: quell’emozione che spesso ci immobilizza, altre volte ci tiene in vita. Ma qual è l’origine di questo…

Un podcast da ‘vedere’

Un percorso tra letteratura, cinema e luoghi geografici reali. Online le prime due puntate: No AI Text – Testo realizzato senza l’ausilio di Intelligenza Artificiale / AI text generator Articolo visibile anche su: LinkedIn, Facebook, Retoricamente, Visiones