Category: Comunicazione e Linguaggio

Te voglio bene assaje

Quando non c’erano né Geolier, né Sanremo, né Amadeus, c’era una canzone napoletana che segnava il passaggio dalla musica popolare alla canzone d’autore: era il 1839. Sull’origine, il dibattito ferve ancora: il testo sembrerebbe attribuibile al poeta Raffaele Sacco, mentre la musica al maestro Filippo Campanella (ma c’è anche chi…

Travolt(i) dalla banalità

In uno spettacolo complesso qualcosa può non riuscire, certo: si può spegnere un faro, si può rompere un microfono, può cadere qualcosa.  Ma che si debba pensare, scrivere e poi fare cose stupide, e riderne pure, può essere evitato. Perché non si tratta di un imprevisto ma di cose da…

«La mia paura è la mia essenza»

«La mia paura è la mia essenza, e probabilmente la parte migliore di me stesso», scriveva Franz Kafka nelle “Lettere a Milena”. La paura è forse una delle pulsioni dominanti delle nostre esistenze: quell’emozione che spesso ci immobilizza, altre volte ci tiene in vita. Ma qual è l’origine di questo…

Lezione di comunicazione

Lezione di comunicazione con proverbio napoletano: “‘A meglio parola è chella ca nun se dice”. No AI Text – Testo realizzato senza l’ausilio di Intelligenza Artificiale / AI text generator Articolo visibile anche su: LinkedIn, Facebook, Retoricamente, Visiones

Influencer e dementer

Cosa c’entrano i due termini? Cominciamo col precisare che il primo è un termine inglese che indica un “personaggio di successo, popolare nei social network e in generale molto seguìto dai media, che è in grado di influire sui comportamenti e sulle scelte di un determinato pubblico”. ‘Dementer’, invece, è…

Le notizie, quelle paradossali

Turetta potrà seguire il funerale di Giulia dal carcere. Per poter magari pensare: accidenti, mi dispiace davvero non poterci andare, era una così brava ragazza… Fatto in sé forse paradossale. Così come un po’ paradossale (e fastidioso) è leggere questa pseudo-notizia grazie ad un tweet ANSA lanciato pochi minuti fa….

La ricerca dell’essenziale

Gli antichi retori romani parlavano di “quantum opus et quantum satis est” (“quanto è necessario e sufficiente” – Quintiliano). Poi, però, di questa indicazione ci siamo davvero dimenticati. Nella comunicazione la brevità è, invece, un requisito fondamentale. La ricerca della brevità deve portarci alla ricerca dell’essenziale. Ma cos’è, e come…

Liberi di travisare

“Il lettore ha il diritto di travisare (…). La lettura è un processo tra libro e lettore, non tra lettore e scrittore. Quando leggo ‘Il nome della rosa’ non mi interessa molto come Umberto Eco si sia immaginato il frate Guglielmo. Il frate che prende forma nella mia testa è…