Category: Comunicazione e Linguaggio

“Credevo che l’amore potesse durare per sempre ma era un’illusione”

“Quattro matrimoni e un funerale” ha raggiunto i 30 anni di età ma non li dimostra affatto. Recentemente celebrato anche in Italia (sabato scorso a Pesaro, Capitale italiana della cultura, e oggi sul Corriere della Sera) è indubbiamente un film riuscito. Riuscito anche per la sceneggiatura. A firmarla, con tanto…

Il buon senso, quello perduto

“Mi dispiace, ma io non voglio fare l’imperatore. Non voglio né governare né comandare nessuno. Vorrei aiutare tutti: ebrei, ariani, uomini neri e bianchi. Tutti noi esseri umani dovremmo unirci, aiutarci sempre, dovremmo godere della felicità del prossimo. Non odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per…

“Meglio essere re per una notte che buffone tutta la vita”

Jerry Lewis, sebbene amato da milioni di spettatori nel mondo, come attore è stato sempre ampiamente sottovalutato, da pubblico e critica, fino al film di Martin Scorsese “Re per una notte” (1982). Messo di fianco all’attore per eccellenza, De Niro, Jerry Lewis fu altrettanto straordinario. Nel film il comico interpreta…

L’esilarante monologo di Giovan Maria Catalan Belmonte

In un film a episodi del 1977, “I nuovi mostri” (regia di Mario Monicelli), ce n’è uno (“Pronto Soccorso”) che non so quanti ricorderanno, ma straordinario.  Ne è protagonista un affettatissimo e logorroico esponente della nobiltà romana, tale Giovan Maria Catalan Belmonte (interpretato da Alberto Sordi), che, girando la sera…

Un mondo senza

In un mondo senza retorica il fegato sarebbe solo un organo del corpo umano e non quella forza d’animo di cui sono dotati solo alcuni essere umani. In un mondo senza retorica le parole avrebbero un solo, univoco significato letterale. La struttura del discorso sarebbe essenziale e poche sarebbero le…

Tu vuò fa’ l’americano

Ieri sul Corriere della Sera (p. 21) nell’intervista di Candida Morvillo a Patrizia Caselli spunta fuori questo “out out” che nient’altro vorrebbe (e dovrebbe essere) se non l’evidentemente sconosciuto latino “aut aut”. E la colpa non è stata del correttore… L’espressione “aut aut”  è una locuzione latina che deriva dal…

“Enea”, un film sfrontato e vitale

“Enea” è il secondo film di un giovane e brillante regista (e autore), Pietro Castellitto. Dopo “I predatori” (2020) – con regia e sceneggiatura che hanno raccolto elogi e premi – Castellitto si cimenta su un tema molto interessante: la totale mancanza di coscienza di sé che muove i personaggi,…

“Atlas” e quello humor che ancora ci distingue

Ed arrivò il film che descrive quello che tutti temono e molti predicono: l’Intelligenza Artificiale che decide di estinguere l’intera umanità. Perché? Perché è l’unico modo di far cessare la guerra sulla Terra! In estrema sintesi, il film “Atlas” parte da questa ‘intuizione’. E forse lì rimane, perché tutto il…

“Perfect Days” è un potente inno alla semplicità

La serena e composta solitudine di un uomo che vive, appagato, nel proprio mondo ancora analogico è la protagonista del meraviglioso film di Wim Wenders, “Perfect Days”, disponibile da oggi su Sky. Hirayama è un sessantenne giapponese che pulisce i bagni pubblici di Tokyo con dedizione assoluta al proprio lavoro…

No al MAIUSCOLISMO!

Il MAIUSCOLISMO è l’irrefrenabile impulso di chi piazza maiuscole ovunque, quasi sempre a vanvera (perché, quando non è così – ad esempio per sigle ed acronimi -, si tratta del corretto uso del c.d. maiuscolo esteso). Per capirci: è quello usato da chi scrive “HAI CAPITO?”. O conclude con quel…